martedì 20 maggio 2014

Rodando una Peterson DeLuxe

Peterson DeLuxe 3's
Qualche annetto fa decisi di regalarmi una nuova pipa.
La mia scelta ricadde su una Peterson, più precisamente una "DeLuxe" 3's in finissaggio naturale.
In Italia tale pipa viene importata (in esclusiva) con un bocchino in ebanite pieno a differenza di altri mercati, come quello inglese, nei quali la ritroviamo con la classica "sella" tipica di questa serie.
Proprio la caratteristica appena citata dona a questo shape uno stile visivo tutto nuovo e fuori dai soliti schemi di Peterson.
Le DeLuxe, come di certo saprete, rientrano nella categoria delle cosiddette pipe con "sistema", cioè caratterizzate dalla presenza di un pozzetto all'interno del cannello che svolge il compito di raccogliere l'eventuale condensa garantendo una fumata più asciutta del solito.
A molti pipatori il system proprio non va giù nonostante oggi ci sia un'apertura maggiore del mercato verso pipe di questa tipologia, basta pensare alle ormai celebri "reverse" dotate anch'esse di un accorgimento similare.
 
Ma torniamo a noi.
Nell'ultimo mese ho deciso di tirar fuori dal cassetto la mia DeLuxe e iniziare il rodaggio.
Per questa fase tendenzialmente faccio uso del buon vecchio Trinciato Forte, ma perchè non fare uno strappo alla regola? Ed ecco che ho deciso di affidarmi alla mia miscela casalinga preferita: una combinazione di Trinciato Comune, Cimette Toscani e Latakia Wellauer da me simpaticamente ribattezzata "Kinski's Mixture".
Dato che è mia intenzione destinare questa 3's proprio alle english mixtures ho deciso di far uso del latakia fin dalla primissima accensione per darle il giusto imprinting.
Ma come si sta comportando la DeLuxe?
Molto bene. Le Peterson tendenzialmente richiedono tempi di rodaggio più lunghi del solito e questo è un dato di fatto, una volta che prendiamo atto di ciò non resta che insistere con le fumate... Alla fine verremo ripagati.
E quando una Irlandese inizia a fumar bene diventa favolosamente instancabile!