venerdì 6 giugno 2014

Paronelli: una storia lunga cent'anni

Parlare della "Paronelli Pipe" è sempre un'impresa ardua. Solo per raccontare sommariamente cosa ha rappresentato (e cosa continua a rappresentare) questo marchio dovrei avere a disposizione ore ed ore e dare vita ad un post senza fine. Purtroppo il tempo a disposizione è quel che è, quindi chiedo scusa in anticipo se andrò a tralasciare tanti di quegli aspetti che vi consiglio vivamente di andare a scoprire e approfondire per vostro conto.

Sono passati ormai un po' di anni da quando ebbi l'opportunità, quasi del tutto fortuita, di entrare in contatto con questa azienda e con l'attuale e giovane titolare Ariberto.
Muovevo i miei primissimi passi nel mondo della pipa e mi imbattei per caso nel loro negozio Ebay.
Ricordo perfettamente che furono due le cose che mi colpirono inevitabilmente:
 
- la bellezza dei pezzi proposti
- il costo irrisorio delle loro pipe
 
Viviamo oggi in un mondo dove, erroneamente, si associa l'elevata qualità a prezzi spropositati... Ma con Paronelli ho scoperto che questo "legame" non è affatto veritiero: si può davvero fumare bene spendendo piccole cifre!!
 
Ma partiamo dalle origini: chi è il fondatore di questa storica azienda?? Beh, tutto è iniziato "appena" 100 anni fa...
 
Jean Marie Alberto Paronelli

Jean Marie Alberto Paronelli nasce il 21 Dicembre 1914 a Gavirate.

A 18 anni, dopo aver studiato in Italia e in Svizzera, si reca a Londra dove completa la sua preparazione professionale. Si rivela particolarmente predisposto ad apprendere le lingue tanto che nel corso della sua vita parla e scrive correttamente Francese e Inglese, Tedesco e Spagnolo.

Studia e si appassiona anche alle lettere antiche e alla storia dei popoli. A Londra frequenta il rinomato Hotel Savoy e nella città londinese conosce l’arte della Pipa, visitando con assiduità i negozi di Burlington Arcade. Diviene prima collezionista e poi consulente di altri appassionati collezionisti come lui. Inizia a lavorare per Leonida Rossi e apre un ufficio a Milano per la vendita delle Pipe Rossi. Negli anni ’60 Paronelli acquista la sala campionaria in stupendo stile direttorio della ditta, che aveva nel contempo chiuso la produzione. Mantiene viva la produzione epistolare con i maggiori intellettuali del tempo appassionati come lui all’arte della Pipa e fonda la rivista "La Pipa".

Alberto Paronelli è stato un personaggio unico e fantastico nel mondo della pipa (definito così nella presentazione grandi designer di Brebbia per il quale disegnò un modello curvo a uovo).


Questa è solo una briciola riguardante questo storico nome della famiglia Paronelli. Se fosse nostra intenzione raccontare per intero la sua vita avremmo per forza di cose la necessità di scrivere un romanzo di avventure!
A noi basta sapere che è solo grazie a lui se oggi a Gavirate è possibile visitare uno dei musei della pipa più belli (se non il più ricco) del territorio italiano, contenente al suo interno qualcosa come 30.000 unità!!!
Oggi, grazie all'impegno del mio amico Ariberto (nipote del fondatore Alberto), è nato anche un bellissimo atelier all'interno del quale è possibile acquistare in maniera diretta pipe antiche e di attuale produzione.
 
Ariberto sta seguendo le orme del nonno in modo encomiabile, portando avanti una tradizione che dura da generazioni e che, ci auguriamo, possa proseguire all'infinito.
La sua disponibilità e gentilezza sono proverbiali, così come la qualità delle loro radiche.
È proprio grazie a loro che sono riuscito ad innamorarmi della pipa e delle mille sfumature in essa contenuta.
Dalla mia collezione: Paronelli del 1950 con bocchino in ambrite e perno in avorio
Indimenticabile la mia Paronelli del 1950 con bocchino in ambrite e perno in zanna di elefante, pipa che adoro fumare e rifumare!
All'interno del loro store non è raro trovare pezzi di tale bellezza esposti a prezzi più che abbordabili!!
E se poi avete per la testa una pipa particolare... Basta contattarli e loro si impegneranno per realizzarvela su commissione!!
Io stesso, qualche anno fa, decisi di farmi realizzare una bellissima freehand in legno di ebano con bocchino in metacrilato cumberland che fumo tutt'oggi con grande soddisfazione!!
 
Per concludere, vi consiglio vivamente di tener d'occhio il loro negozio Ebay costantemente aggiornato: potreste trovare la pipa dei vostri sogni e scoprire che, tutto sommato, costa molto meno di quanto potevate immaginare!!
 
Paronelli freehand in ebano dalla mia collezione