venerdì 4 luglio 2014

American Spirit e pipa!

 
Lo so... Il titolo, estremamente esplicativo, vi lascia perplessi.
Posso capirlo.
Perchè mai abbinare un trinciato per sigarette ad una pipa?? È una cosa fuori da qualunque logica sensata.
Eppure... Una valida ragione c'è.
 
Sappiamo benissimo che qualunque trinciato da sigaretta mal si sposa con la pipa, principalmente per il taglio troppo sottile: ciò comporta un elevato surriscaldamento che di certo non giova alla radica... E al fumatore.
E l'American Spirit??
Certo, il taglio di questo tabacco nel formato "busta" è molto sottile e non adatto ai nostri scopi... Ma con il formato "barattolo" la musica cambia.
Si, l'American Spirit contenuto nei barattoli presenta un taglio di 0,7mm, lo stesso del Trinciato Forte (tanto per citarne uno) e quindi risulta più che idoneo per la pipa.
Stiamo parlando di un buon prodotto, totalmente naturale e assolutamente privo di additivazioni. Un Virginia al 100%!!
Per gli amanti del genere potrebbe trattarsi di unn trinciato molto valido.
Io lo gradisco soprattutto in inverno, sia puro che miscelato.
Naturalmente, come accade con i nostri trinciati mediterranei, bisogna evitare di scaldare altrimenti i sapori virano sull'amarognolo.
Io vi consiglio di fare una prova e valutare.
 
In casa mai, 5/6 barattoli sono sempre a disposizione.