lunedì 21 luglio 2014

Umidificare un trinciato in extremis!!

 
Siamo in vacanza.
Abbiamo con noi la nostra fedele pipa e quel trinciato che ci piace davvero tanto.
Ma purtroppo, nonostante la nostra attenzione, ci siamo resi conto che la nostra miscela si è lentamente "disidratata" diventando secca e poco adatta per le nostre fumate...
 
Esiste un modo per ridar vita al nostro tabacco in modo tempestivo??
Dopo aver caricato qualche soffiata energica nel fornello!!
Si, un sistema ci sarebbe, anche se va considerato più che altro come un giusto compromesso.
Il sistema che consiglio è il seguente: caricare la pipa normalmente e, una volta finito, poggiare le labbra sul fornello soffiando energicamente. Il nostro soffio caldo, attraversando per intero il fornello ed il suo contenuto, andrà a rendere il tabacco più morbido conferendogli un po' di umidità.
Sembrerebbe una tecnica malsana... Ma vi assicuro che in parte funziona... E anche discretamente!!
Dopo aver soffiato almeno per un paio di volte provate a pressare delicatamente con un pigino e vi accorgerete che a questo punto il vostro trinciato ha davvero riacquistato un po' di umidità!
 
Naturalmente, quello appena descritto, è un sistema da adoperarsi quando effettivamente non abbiamo altre alternative a portata di mano... Un rimedio in extremis!!
Se non ricordo male fu Gregory Pease a narrare di questo stratagemma usato da lui stesso.
Non vi resta che provare!