mercoledì 4 febbraio 2015

Tsuge "Metal Blowfish"

 
Ne desideravo una da tempo (ne parlammo qui) e finalmente, approfittando delle passate festività natalizie, ho deciso di regalarmi la mia seconda Tsuge: una "Metal Blowfish" in versione "dark".
Dopo averla osservata in foto sono certissimo che ai più questi adornamenti metallici su un oggetto come la pipa che, tendenzialmente, fa della classicità un suo caposaldo non andranno giù... A me, personalmente, piacciono tantissimo e proprio loro mi hanno fatto scattare la scintilla: le conferiscono un'aria tutta nuova, donando un senso di solidità e compattezza costruttiva all'insieme.
Un oggettino per fumatori con un design fuori dal comune, originalissimo e di tutto rispetto.
Mica male.
Ma effettivamente, con le dovute riflessioni, mi sento di affermare che la blowfish di Tsuge non è proprio una pipa adatta a tutti... Ed il motivo principale non è quello estetico, credetemi.
La sua vera ed eccentrica particolarità sta tutta nelle dimensioni "a scala ridotta" (meno di 11cm di lunghezza per 24g di peso) e nella foratura del fornello con una profondità di 2cm ed un diametro di appena 1,3cm!! Si, avete capito benissimo, un diametro appena sufficiente per lasciarci lavorare di pigino. Che abbia "rubato" questa caratteristica alla scuola nipponica delle kiseru? Chi può dirlo... Una cosa è certa: in Giappone le pipe poco capienti vengono estremamente apprezzate. Senza dubbio.
Ma nella botte piccola c'è sempre (o quasi) il vino buono. Cerchiamo di capire il perché.
Riflettendo sulle sue forature "small" si può evincere che la grandezza di questa piccola pipa sta proprio nell'opportunità che ci offre, cioè quella di dar vita a fumate brevissime, ideali durante le pause lavorative, gli aperitivi o nei momenti in cui sentiamo il desiderio di concederci un po' di relax, anche se i minuti a disposizione non sono dalla nostra parte.
Il bocchino in ebanite è dotato di innesto flock quindi comodissimo e pratico: basta sfilarlo e possiamo riporre tranquillamente la nostra Tsuge in tasca senza che crei eccessivo ingombro.
Se da una parte le dimensioni potrebbero non giocare a suo favore, dall'altra abbiamo il forte vantaggio della praticità, cosa che al giorno d'oggi non guasta di certo.

Effettivamente la Metal Blowfish mi ha saputo conquistare, è un'ideale compagna quotidiana e la sua linea originale me la fa apprezzare ancor di più; è realizzata in maniera impeccabile e con radica di Mimmo Romeo, quindi anche la qualità di fumata è assolutamente garantita. Per le mie fumate "lampo" mi affido al Trinciato Forte che, oltre ad esser un tabacco di mio gradimento, mi permette un agevole caricamento per via del taglio tendenzialmente di tipo "shag". Per i più scettici: il piccolo cannello in metallo non lascia sapori sgradevoli in fumata... E non tende a surriscaldarsi, lo assicuro.

Per chi fosse interessato a scoprire qualcosa in più sulle pipe Tsuge consiglio vivamente di fare "click" qui per potersi gustare un interessantissimo articolo.