lunedì 20 luglio 2015

Eder: broken shank

 
"Tutto ciò che non è perfetto
fino al più piccolo dettaglio,
è destinato a perire."

Gustav Mahler
 
I dettagli.
Si, sono proprio loro che mi spingono sempre e comunque ad ammirare con stupore i lavori di Eder Mathias.
Di lui ho già parlato in un precedente articolo (Il talento assoluto di Eder Mathias) e per qualcuno, forse, potrebbe sembrare banale tornare a battere su questo tasto... Ma per me non è affatto così.
I talenti, quelli veri, vanno apprezzati e rimarcati continuamente, soprattutto quando sono pronti a stupirci creazione dopo creazione.
Ed è proprio quello che è successo pochi giorni fa con l'ultimo aggiornamento sullo store di "Al Pascià", con una nuova radica di Eder messa li in bella mostra e pronta a lasciarmi di stucco per l'ennesima volta. Il motivo di tanto stupore, almeno a questo giro, non è tanto nello shape messo in cantiere (che agli occhi meno attenti potrebbe erroneamente apparire scontato o di facile realizzazione) ma proprio in un dettaglio.
Un piccolo e semplice dettaglio.
Talmente "semplice" ma esageratamente efficace: un cannello che, nella parte terminale, ci regala l'illusione della frattura. Corteccia contro corteccia per dar vita ad un gioco fin troppo delizioso. Una soluzione che il ragazzo ha già adoperato diverse volte in precedenza ma che in questo caso si dimostra azzeccata al 100%.
Le immagini non necessitano di ulteriori commenti, ma nel caso in cui non ne abbiate a sufficienza potete ammirare questa pipa in video qui.
Mr. Mathias continua a dimostrare un talento unico e indomabile, fatto di piccole grandi intuizioni poste al servizio di una sana creatività.