lunedì 2 giugno 2014

Brebbia: the best italian calabash!

La calabash...
Una delle pipe più belle e caratteristiche che siano state realizzate.
Alla base di tutto c'è una particolarissima zucca di provenienza africana che, se non vado errato, è talmente dura da essere idonea soltanto per questo scopo.
Il tutto è poi "farcito" con un bel fornello in schiuma di mare per averne delle fumate più che appaganti.
 
Brebbia "First Grande Calabash" noce
Ma oggi, quando simparla di calabash, vanno prese in considerazione anche le varianti interamente in radica.
Secondo il mio parere, in questa occasione, la menzione d'onore spetta all'italianissima Brebbia.
Proprio l'azienda italiana ha saputo reinterpretare al meglio questo originalissimo shape dando vita alla celeberrima "First Grande Calabash".
Pipa interamente in radica caratterizzata da una doppia vera in argento e da un bocchino in metacrilato.
L'unico neo, almeno per me, è la presenza di un filtro da 9mm. Tempo fa contattai il titolare dell'azienda, Luciano Buzzi, chiedendo se fosse possibile averne una senza tale accorgimento ma purtroppo la risposta fu negativa. Dobbiamo eventualmente accontentarci del riduttore offerto in dotazione.
I finissaggi sono tanti: si va dal Noce alla Selected fino ad arrivare alla Pura (variante offerta per tutti i finissaggi).
Naturalmente non vanno dimenticate le sabbiate e le bellissime rocciate.
 
La First Grande Calabash rappresenta uno dei fiori all'occhiello della Brebbia e negli Stati Uniti è stata addirittura insignita di un bel riconoscimento!!!
Io ne posseggo una in finitura Noce. Fuma divinamente e, come la forma lascia intendere, parliamo di una pipa da salotto, vale a dire idonea alle fumate casalinghe in pieno relax, infatti forme abbondanti e capienze la rendono poco "trasportabile"
 
Un consiglio: con una Brebbia Calabash le vostre fumate da poltrona non saranno più le stesse!!
 
Un dettaglio della doppia vera in argento con relative incisioni