lunedì 25 maggio 2015

Un modesto e sconosciuto omaggio a Paolo Becker


Qualche tempo fa, gironzolando sul web, ho avuto modo di entrare in contatto con una pipa sconosciuta, una di quelle radiche senza alcuna punzonatura, vendute a buon mercato e che generalmente lasciano nell'indifferenza quei fumatori sempre alla ricerca di qualcosa dal marchio pregevole.
Questa volta però la mia attenzione è stata catturata in particolar modo dal suo shape... Si, perchè portava cucita addosso una linea capace di ricordare palesemente le creazioni del compianto Paolo Becker.
La pipa "senza nome", come avrete notato, è senza dubbio di purissima ispirazione "beckeriana": certo, siamo ad anni luce di distanza dalle realizzazioni del pipemaker italiano ma l'idea che qualcuno a noi ignoto si sia cimentato nella realizzazione di tale "omaggio" mi ha sorpreso positivamente.
Questa pipa, una "pickaxe" piccolina e molto leggera, presenta una sabbiatura da non scartare ed il top in finissaggio smooth; il suo fornello pretrattato, davvero poco capiente, mostra una conformazione spiccatamente a V ed in fumata da moltissimo filo da torcere... Qualche spegnimento in più è da mettere in conto.
Ma veniamo al punto critico: il bocchino. Realizzato in metacrilato e con un dente che, purtroppo, è lontanissimo dal concetto di comfort: nonostante la pipa sia una piuma tende comunque a "scivolare" sotto i denti costringendomi continuamente a rimetterla nella corretta posizione. Sarebbe opportuno, magari tra qualche tempo, inviarla ad un valido artigiano e rifare tutto da zero, magari scegliendo un bel taglio che sia più in linea con il particolarissimo shape.
A parte questo inconveniente non ho riscontrato altri problemi: le prime fumate sono state tendenzialmente amarognole e "astringenti", si aveva la sensazione di avere il palato piuttosto secco tra un puff e l'altro... Fortunatamente nel giro di 8/10 pipate la situazione si è stabilizzata in maniera del tutto positiva.
Per ora sta bruciando solamente Trinciato Forte.
Tutto sommato, nonostante qualche pecca, ne sono soddisfatto: un acquisto dettato più che altro da uno shape che ha tirato fuori un po' della mia più totale incoscenza.
Non so... Forse è stata proprio quell'assonanza con i lavori del recentemente scomparso Becker ad avermi spinto verso questa pipa "a buon mercato", un acquisto non calcolato e assolutamente impulsivo.